Shopping bag con jeans riciclati !!!

Prima che finisca l’estate voglio pubblicare queste borse che avevo fatto per i mercatini, sono borse per la spesa anche se il secondo modello una signora l’ha comprato per il mare, era veramente capiente.
La prima è fatta assemblando un pantalone di lino e uno di jeans, i particolari con una stoffa ricavata da una gonnellina di Michela, immaginate quanto tempo era che la conservavo…poi mi lamento di non avere spazio.
Al centro ho ricamato un motivo in monocolore a punto croce a fili contati.

Per la seconda, di cui vi dicevo, ho usato sempre un vecchio jeans, (indistruttibili!) 

con un intermezzo in  cotone a quadretti e applicazioni di ritagli di pizzi di diversa fattura.


Poi c’era questa ricavata da un jeans militare, ho visto che quest’anno si riportano,  

L’ho foderata con la stoffa riciclata di una gonna a portafoglio, che avevo cucito a  Michela quindicenne

Siccome anche la fodera era stoffa a fantasia militare, ho cercato di  renderla un pò più frivola con della passamaneria

Infine c’era questa, fatta cucendo semplicemente una minigonna e foderandola con della cotonina a fiorellini.

Non mi entusiasmano troppo questi modelli, forse perchè ne ho fatti davvero TANTI in questi anni, e adesso mi annoiano un pò, ma alla fine sono quelle che vanno via per prime….
La prossima settimana pubblicherò le spiegazioni per gli altri due cuscinetti. Buon fine settimana.

Annunci

Borse con maglioni infeltriti !!!

Il riciclo che vi presento oggi è dell’anno scorso, queste borse

le ho realizzate con dei maglioni infeltriti. Mi è rimasto molto materiale, ma sono stufa di fare borse

Mentre penso ad un altro utilizzo, (qualcosa per Natale?). Vi spiego come ho fatto l’infeltrimento. Una volta trattato il maglione diventa compatto e sostenuto come la lana cotta.
Innanzitutto deve essere in pura lana , è sufficiente metterlo in lavatrice a 90° con un pò di detersivo per piatti. Però io, avevo appena comprato la lavatrice nuova, e non me la sono sentita.

Quindi i maglioni li ho bolliti, aggiungendo sempre un pò di detersivo per piatti. poi li ho risciacquati bene e li ho fatti centrifugare alla massima potenza.

Shopping bag, la mia versione !

Ho cucito alcune shopping bag con degli strofinacci di canapa grezza trovati al mercato, le foto sono molto spiritose, ovviamente sono opera di Michela.
La scritta dice; l’unica borsa dove i tuoi soldi sono al sicuro

 Particolare dei fiori cuciti sul davanti, la stoffa fantasia era un copri poltrona rovinato e alquanto datato.

Il fiocco è dipinto a mano e decorato con un bottone ricoperto

 L’uccellino è un’applicazione a macchina volutamente irregolare

 la scritta bird è fatta con le mascherine

Come decorazione un uccellino imbottito

 Questa invece è fatta con una stoffa ikea
Per finire l’ultima è dell’anno scorso, (ma non l’ho più). Ho usato delle stoffe da tappezziere
E ricamato l’angelo a punto croce

Con questo per adesso vi saluto e vi auguro buone vacanze.

Come Rossella O’Hara: le borse con le tende !

Vi ricordate la tenda che diventa abito e accessori, cappello, borsa, cintura, con cui Rossella si presenta a Rhett  nel film Via col vento? Anch’io ho riciclato delle vecchissime tende di mia madre o forse mia nonna, e ne ho fatto una borsa. Il colore è un pò difficile da abbinare, ma hanno un grande valore affettivo, e inoltre sono super vintage, probabilmente avranno più di 50 anni, le ricordo a casa dei miei da sempre.

Per Michela, invece l’ho fatta con una fettuccia colarata

Per tracolla ho usato una cintura e per chiudere ho cucito una cerniera.

Fettuccia a modo mio, come riciclare una tenda !

Dopo aver lavorato la fettuccia che si trova in commercio per una borsa con anelli in plastica di qualche post fà, sono ritornata alla mia fettuccia, per diversi motivi: è più leggera, è più economica ed è più originale di quelle che si vedono in giro.

  
Questa l’ho fatta l’anno scorso per un mercatino, era realizzata lavorando all’uncinetto delle tende bianche, e per i fiori e i manici tende colorate in organdis, il cuore dei fiori era un bottone di madreperla azzurro.
Questa è sempre fatta di ritagli di tende,  e sotto vedete un particolare per il centro dei fiori

sono le vecchie dieci lire.

per la coulisse ho usato la stessa stoffa che ho lavorato all’uncinetto.

La terza, sempre tende a crochet, anelli di tende per attaccare i manici volant di raso e merletto, (peccato per la foto sfocata).
Chiusura con coulisse. In questi giorni sono poco presente  perchè ho molto lavoro da fare e il caldo mi sta distruggendo, saluto tutte le  amiche di blog, che ho incontrato in questi pochi mesi, dalle quali ho imparato molte cose.