Borsa all’uncinetto in cotone lurex!!! Crochet bag!!!

Questa borsa è realizzata con cotone lurex.

crochet bag silver cotton (1)

 

 

Continua a leggere

Annunci

Le mie borse a crochet con le buste di plastica !!!

Mettendo a posto la cartella con le foto mi sono resa conto di non averne pubblicate molte, mi è dispiaciuto eliminarle, i lavori non li ho più, sono rimaste solo le foto a testimonianza.
Però voglio fare un piccolo riassunto, anche perchè sto facendo dei lavori per eliminare il materiale che ho accumulato in questi anni e passare oltre.
Tutto incominciò nel 2008 quando Michela fece il tirocinio per la sua laurea triennale. Allestì, in quell’occasione una piccola mostra, senza pretese nel corridoio del comune della mia città, con le borse realizzate con le buste della spesa,

allora  i sacchetti non erano biodegradabili,  questi di oggi non sono adatti ad essere lavorati a crochet. Per prima cosa lavavo i sacchetti, dopo che il “bucato” era asciutto tagliavo le buste e le lavoravo.

Per queste due avevo usato le buste completamente bianche, alla seconda avevo cucito una fodera usando la stoffa di un ombrello e i profili della pattina erano delineati da perle bianche, (non facevo foto molto dettagliate come ora, non avevo un…blog)

Questa è fatta con le vecchie buste della Famila

E poi ci sono le mie preferite, dalle quali non mi sarei mai voluta separare e che invece andarono via per prime.

Non ricordo quali fossero le buste, ma per questa avevo coniato anche un nome Picnic-bag. I manici erano fatti con i manici dei fustini del detersivo per lavatrice, la fodera con della cotonina a quadretti bianca e rossa, e al centro avevo lavorato due giri di punto coccodrillo, spaccandomi le mani, ma restando molto soddisfatta del risultato.

Per i manici di questa avevo realizzato tante catenelle legate a degli anelli di plastica bianca e un bel risvolto di merletto sempre bianco.

Di molte altre non ho mai fatto nemmeno le foto. Spero di non avervi annoiato con questo mio amarcord.

Shopping bag con jeans riciclati !!!

Prima che finisca l’estate voglio pubblicare queste borse che avevo fatto per i mercatini, sono borse per la spesa anche se il secondo modello una signora l’ha comprato per il mare, era veramente capiente.
La prima è fatta assemblando un pantalone di lino e uno di jeans, i particolari con una stoffa ricavata da una gonnellina di Michela, immaginate quanto tempo era che la conservavo…poi mi lamento di non avere spazio.
Al centro ho ricamato un motivo in monocolore a punto croce a fili contati.

Per la seconda, di cui vi dicevo, ho usato sempre un vecchio jeans, (indistruttibili!) 

con un intermezzo in  cotone a quadretti e applicazioni di ritagli di pizzi di diversa fattura.


Poi c’era questa ricavata da un jeans militare, ho visto che quest’anno si riportano,  

L’ho foderata con la stoffa riciclata di una gonna a portafoglio, che avevo cucito a  Michela quindicenne

Siccome anche la fodera era stoffa a fantasia militare, ho cercato di  renderla un pò più frivola con della passamaneria

Infine c’era questa, fatta cucendo semplicemente una minigonna e foderandola con della cotonina a fiorellini.

Non mi entusiasmano troppo questi modelli, forse perchè ne ho fatti davvero TANTI in questi anni, e adesso mi annoiano un pò, ma alla fine sono quelle che vanno via per prime….
La prossima settimana pubblicherò le spiegazioni per gli altri due cuscinetti. Buon fine settimana.

Borse con maglioni infeltriti !!!

Il riciclo che vi presento oggi è dell’anno scorso, queste borse

le ho realizzate con dei maglioni infeltriti. Mi è rimasto molto materiale, ma sono stufa di fare borse

Mentre penso ad un altro utilizzo, (qualcosa per Natale?). Vi spiego come ho fatto l’infeltrimento. Una volta trattato il maglione diventa compatto e sostenuto come la lana cotta.
Innanzitutto deve essere in pura lana , è sufficiente metterlo in lavatrice a 90° con un pò di detersivo per piatti. Però io, avevo appena comprato la lavatrice nuova, e non me la sono sentita.

Quindi i maglioni li ho bolliti, aggiungendo sempre un pò di detersivo per piatti. poi li ho risciacquati bene e li ho fatti centrifugare alla massima potenza.

Stranezze – Come le mie borse di fettuccia !!!

Le stranezze a cui mi riferisco sono queste due borse. Della prima ho fatto solo una foto, e non ho scatti per i particolari, ma la borsa non l’ho più.
E’ realizzata con uno scampolo di stoffa lavorato all’uncinetto, fiori e foglie sono di lana. La seconda è sempre ricavata da uno scampolo di stoffa ma con alcune differenze.
          E’ lavorata ai ferri, per il fiore ho riciclato una trottola da bambini e dei braccialini di plastica, (sono quei giochini che escono negli ovetti)

Il fondo è un sottopentola di paglia, cucito al corpo della borsa.

che, così, ha acquistato la forma di una sacca.