Streghe e gatti neri!!!

Vi ripropongo una raccolta di vecchi post che avevo scritto su Halloween negli anni passati.

 

da https://ricreanna.wordpress.com/2012/10/05/monsters-crochet/

Halloween è una ricorrenza a me molto cara, lo so, posso sembrare lucubre, ma amo questo giorno da quando ero bambina, e mio padre preparava per noi piccoli la zucca  vuotata e con un cero acceso dentro, ma non era il 31 ottobre, come poi è passato universalmente, ma il 1° novembre, la notte di Ognissanti, che anticipava la Commemorazione dei defunti del giorno dopo. Mia nonna, invece una donna forte e tenera, classe 1900, ci proibiva di spazzare e sparecchiare la sera del primo, perchè, diceva che i nostri morti sarebbero venuti a trovarci e dovevamo accoglierli con la tavola imbandita altrimenti avrebbero pensato di non essere desiderati. Quindi considerando che parlo di cose di più di almeno 50 anni fa, e che già si tramandavano, non capisco l’accanirsi di molti oggi contro questa festa, che considerano importata dall’America. Certo il consumismo l’ha modificata, e se adesso anche da noi si vedono i bambini mascherati che vanno in giro a chiedere dolcetto o scherzetto è solo l’influenza d’oltreoceano che ci ha globalizzato, ma non dobbiamo dimenticare le nostre usanze.

da  https://ricreanna.wordpress.com/2012/10/15/il-gatto-nero/

IL GATTO NERO

C’è stato un periodo buio di ignoranza e malafede in cui i gatti erano considerati un terribile nemico da abbattere. La gente accecata dalla superstizione , dagli insegnamenti sbagliati di chi la governava e dal terrore per l’ignoto, sfogava paure e malcontento contro i poveri animali indifesi.  Dal momento che per secoli questi animali erano stati oggetto di culto da parte dei pagani, la Chiesa cristiana pensò bene di farne il simbolo dei nemici della fede, e così divennero l’incarnazione del diavolo. Nacquero in quel periodo una quantità di leggende e storie fantasiose che dipingevano il gatto, specie se di pelo nero, come un famelico mostro divoratore di anime. San Domenico, ad es., identificò Satana proprio con un gatto nero. Sta scritto negli atti della canonizzazione del santo che un testimone lo vide scacciare un enorme gatto nero con gli occhi fiammeggianti e con una lingua fatta di fuoco. Un’altra leggenda narra che il diavolo costruì un ponte e reclamò per se la prima creatura che lo avesse attraversato, ma San Cadoco lo ingannò dandogli un gattino nero invece dell’essere umano. E si potrebbe continuare con fatti veramente accaduti: nel 1484 papa Innocenzo VIII decretò la caccia alle streghe; anche solo dar del cibo ad un gatto era sufficiente perchè una donna venisse accusata di pratiche diaboliche. In Europa, dal 1000 al 1700 milioni di gatti sono stati massacrati perchè ritenuti creature demoniache.Ma, il gatto è anche un cacciatore di …ratti,  quando le difese contro i topi vennero meno incominciò a dilagar  la terribile epidemia di peste bubbonica, che in Europa provocò la morte di circa 20 milioni di persone. Ancora oggi è diffusa la credenza che i gatti neri portino sfortuna : se un gatto nero ti attraversa la strada!!!

I gatti non sono volutamente crudeli, sono carnivori, è nella loro natura catturare topolini, ratti, uccelli. Se ami un gatto devi guardare da un’altra parte, accettare la sua natura e perdonarlo. (vorrei precisare che vivo in campagna, e i miei gatti vivono liberi, vanno e vengono a loro comodo) 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

da questo articolo

Le streghe erano legate alla ricerca di un equilibrio con la natura: votate alla notte, cercavano di dare la felicità attraverso i prodotti della terra e l’interpretazione dei cicli lunari. Erano le discendenti di una cultura pagana avversata e distrutta dal Cristianesimo, ma proprio loro fornirono i fondamenti all’ alchimia (l’antenata della chimica) in seguito si delineò una vera e propria guerra tra il nascente pensiero scientifico e le credenze pagane. Le vittime di questa guerra furono soprattutto le streghe, eredi di una società matriarcale irrimediabilmente sconfitta!- ( da Arcistreghe di Boccia & Daniele 2003).

Bessie Dunlop nel 1576 venne condannata per stregoneria da giudici calvinisti del tribunale di Aberdeen, in Scozia. Era una guaritrice ed erborista, una donna sapiente, che, come tante altre, gli inquisitori si accanirono a torturare e mandare al rogo in nome di Dio, nella loro opera di distruzione di tutto un mondo di sapienza femminile.

Annunci

7 thoughts on “Streghe e gatti neri!!!

  1. Abbiamo davvero un sacco di usi e costumi in comune!
    Io penso che siano stati gli americani a copiare noi .
    Loro hanno aggiunto il fatto di mascherarsi e andare in giro.
    Un abbraccio
    liù

  2. Concordo pienamente con te ed anche io ne ho scritto più di una volta. Aggiungerei i poveri pipistrelli e la credenza che “si attacchino ai capelli”, completamente priva di fondamento, ma ritenuta vera anche da persone colte.

  3. Nella mia famiglia non c’è nessuna usanza per la commemorazione dei defunti o per ognissanti, nè da parte abruzzese nè da parte tedesca. Peró è vero che la festa consumistica, caotica ed eccessiva importata dagli States mi sta un po’ antipatica.
    Tutto rispetto per le povere streghe, invece.
    Grazie per gli spunti e gli schemi.
    Buona domenica

  4. Mi ricordo ogni tua creazione, e anche quanto scrivesti tempo fa riguardo a questa ricorrenza. Credo che anche da noi questa festività ci sia sempre stata, a prescindere dagli USA, magari più accentuata in alcuni regioni, piuttosto che in altre. Personalmente, soprattutto grazie alla prole, vesto sempre la casa con qualche oggetto come una strega, zucche, ricami che parlano di Halloween, e candele varie. Un abbraccio. Paola

  5. CIAO ANNA A ME NON E’ CHE NON PIACE QUESTA FESTA ..CHE IO OPTREI PIU PER RICORRENZA, PERO’ FORSE ECCO PROPRIO PERCHE L’ ANNO UN PO TRASFORMATA DA QUELLO CHE DOVREBBE RAPPRESENTARE, O MEGLIO DA QUELLO CHE CI HANNO INSEGNATO E RACCONTATO LE NONNE ( NEL MIO CASO ) CERTE SITUAZIONI NON MI PIACCIONO ,,PERCHE NON RISPECCHIANO PROPRIO L’ IMPORTANZA DI QUESTI 2 GIORNI.. TUTTI I SANTI E LA COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI. IN TAL CASO RESTANO SEMPRE OPINIONI PERSONALI, MA IO RESTO PER QUELLO CHE MI HANNO INSEGNATO.
    UN ABBRACCIO
    NUNZIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...