L’autunno s’immedesima !

Ricordate questa poesia di Vincenzo Cardarelli:

Autunno. Già lo sentimmo venire
nel vento d’agosto,
nelle pioggie di settembre
torrenziali e piangenti
e un brivido percorse la terra
che ora, nuda e triste,
accoglie un sole smarrito.
Ora passa e declina,
in quest’autunno che incede
con lentezza indicibile,
il miglior tempo della nostra vita
e lungamente ci dice addio.

Io l’ho voluta interpretare così (LE FOTO LE HA FATTE MICHELA)

Da notare la sagoma minacciosa del gatto, e la sua delusione quando si è accorto che per lui non c’era niente di appetibile. Per inciso i funghi, sono pioppini, sono commestibili, tant’è che sono finiti negli spaghetti. Colgo l’occasione per mostrarvi un quadro di funghi ricamato a punto croce, che ho fatto per la mia cucina nel 2005.
Michela mi ha anche “regalato”  la gift con le nocciole che vedete a destra in alto. Siamo in piena raccolta delle nocciole, la mia città e provincia, ne sono grandi produttrici.  I Romani chiamavano il nocciolo abellana – dal nome della città di Abella, i cui ruderi esistono ancora nei pressi di Avella, in provincia di Avellino. Io sono circondata da questi alberi. Nella favola di Cenerentola di Jacob e Wilhelm Grimm fu un rametto di nocciolo a salvarla dalla persecuzione della matrigna, permettendole di sposare il principe;  Shakespeare così descrive  la carrozza della regina Mab, la levatrice delle fate, colei che suscita i sogni:-
<Il suo cocchio è un guscio di nocciola, lavorato dal falegname scoiattolo o dal vecchio verme, da tempo immemorabile carrozzieri delle fate. In questo aggeggio ella galoppa da una notte all’altra attraverso i cervelli degli amanti, e allora essi sognano d’amore.>  (Romeo e Giulietta,atto I, scena IV)
Per i contadini russi una doppia nocciola portata in tasca propiziava la ricchezza. E ancora era di nocciolo il rametto che i rabdomanti usavano per trovare l’acqua. Infine posso dire che come tutti i frutti racchiusi in una scorza la nocciola insieme all’albero anticamente e per molte popolazioni divenne anche simbolo di Fecondità e di Rigenerazione.
Annunci

11 thoughts on “L’autunno s’immedesima !

  1. Bellissimi quei funghi nelle foto,ma sono commestibili???
    Mi piace anche il quadro che li raffigura!!
    Per non parlare anche della poesia,e ' bellissima!!
    Complimenti a Michela per le foto 😀
    Baci
    Nunzia

  2. Quanta saggezza e conoscenza in questo post. Grazie, molte cose non le conoscevo. Bellissime le foto con funghi, gnometto e micetto. E……ma quanto sei stata brava nel ricamare quel quadro? E' un'amore, bellissimo. Complimenti a te e anche alla tua figliola! Paola

  3. Che bello il gatto e che fame nel vedere quei bei funghi.
    Poi mi e' venuto un dubbio saranno commestibili ?
    Leggendo il seguito ho capito di si .
    Bravissima ,per il quadro.
    Chissa' che pazienza e quanto tempo sara' servito.
    A presto LAURA.

  4. Complimenti per il post Anna…io adoro l'autunno…tutti i suoi colori e i suoi profumi (soprattutto il profumo delle caldarroste nelle vie della città la domenica mattina)…per me autunno-inverno hanno un fascino unico..potrebbe durare tutto un anno così..Bellissimo quel quadro, è molto rustico..mi piace tanto!
    Yle

  5. L'autunno è bello, non c'è che dire, mi rilassa, al contrario della primavera che mi mette ansia. Nel tuo post c'è tutto bello,il quadro, il micio, i colori, poi… la spaghettata con i quei funghi deve essere stata ottima.
    Ciao Daniela

  6. Pingback: Portachiavi di spago all’uncinetto – Keychain crochet !!! | ricreAnna - Creazioni all'uncinetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...