Giro d’Italia e giri d’uncinetto !

Ieri nella nostra verde Irpina c’è stato il Giro d’Italia con arrivo al Lago Laceno.

Come scrive Biazzo su Ottopagine:- Anche nella storia del Giro d’Italia ci sono numeri magici, era il 13 maggio quando partì il primo giro nel 1909, e le tappe furono soltanto 8, ieri era il 13 maggio e quella del Laceno era l’8 tappa. L’ha vinta, incredulo, Domenico Pozzovivo, che viene dalla Lucania; come la nostra, terra di pietre vive , di alberi e di briganti. Ha sentito odore di casa, di origano e di pece, mentre scattava ai primi tornanti dell’ultima salita, quella che finisce sullo strapiombo delle Grotte di Caliendo.

Ora, per continuare la mia rassegna delle cose che si possono realizzare con i sacchetti di plastica, voglio mostrarvi qualcosa di un paio d’anni fa
I cappelli di buste di plastica lavorate all’uncinetto.

Questo era il modello “paglietta”, con nastro in grosgrain rosso:

Questi, invece, erano sacchetti della spazzatura con nastro,( non si nota troppo) in organza:

L’ultimo era fatto con le buste che la lavanderia usa per gli abiti:

Nella foto c’è n’è un altro di cui non ho l’immagine, né il cappello, ma era fatto con buste bianche e decorazione di foglie con buste verdi e perle bianche.

Annunci

5 thoughts on “Giro d’Italia e giri d’uncinetto !

  1. Ciao Anna ma sono bellissimi questi cappelli!!!
    Sai ne ho alcuni in cantiere anche io per l'estate quando arriverà!!! 🙂 🙂 credo che è un ottimo materiale per dei lavori all'uncinetto vero? 🙂
    Saluti da Nunzia

  2. Anna sei bravissimaaa! Come ho già detto a Nunzia, per me l'uncinetto è davvero “arabo”…non ci capisco un granché, ma guardare tutti i lavoretti mi piace tantissimo, è un'arte meravigliosa! Bravissima!!! mi sono aggiunta tra i lettori fissi!
    Yle

  3. Ciao Anna, che lavori belli sai fare,questi cappellini sono super, bravissima.
    Grazie per essere passata da me, devo dire che io sono una casalinga un po' forzata, (soprattutto dopo aver buttato al vento 13 anni di contributi) pero',come dici tu, sono padrona del mio tempo, hai ragione, non è affatto malaccio.
    Ciao
    Daniela

  4. Non ci credo….sono talmente belli che nessuno può immaginare da quale materiale così povero siano nati. Io sapevo che si potevano fare dei tappetini da cucina, che però non ho mai visto, ma questi cappellini sono davvero deliziosi. Sei davvero straordinaria. A presto Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...